Lorenzago di Cadore

Comune di Lorenzago di Cadore

Via Faureana 117
32044 - Lorenzago di Cadore (BL)
www.comune.lorenzagodicadore.bl.it

Pro Loco Lorenzago

Lorenzago la “Venezia Alta” unico comune della provincia ad avere il leone simbolo di Venezia e dei suoi rapporti economici con il paese. Sorge su un verde altopiano ben esposto a 883 m s.l.m.

E’ situato lungo la strada Statale 52 che collega il Cadore alla Carnia attraverso il Passo della Mauria, costituendo un'area di confine di Provincia e di Regione.

Si caratterizza per essere un centro turistico tranquillo adagiato su un dolce declivio, cui l’aria pura, il clima fresco e asciutto facilitano le passeggiate ed escursioni nelle vicine vallate. Soggiorno estivo di Papa Giovanni Paolo II e di Papa Benedetto XIV.

Parco dei Sogni

Per trascorre momenti di relax e tranquillità la splendida passeggiata al Parco dei Sogni dove, immersi nella natura incontaminata, si possono seguire i passi dei Papi che solevano percorrerla nelle serate estive durante i loro soggiorni a Lorenzago.

Lunga circa tre chilometri e con minimi dislivelli, raggiunge il Comune di Vigo di Cadore.

Centro Sportivo Cridola

Dall’estate del 2010 è stato riaperto in località Riauto (strada per il lago) il Centro sportivo Cridola. Restaurato e rinnovato l’impianto sportivo offre la possibilità di praticare diversi sport, dalla pallavolo al basket, bocce, calcetto, tennis. Dotato di nuovissimo percorso vita per bambini e adulti. Nel mese di agosto il Centro ospita la “Festa dello Sport per tutti” giunta, nel 2011, alla sua terza edizione.

Aperto nei mesi estivi.

Centro Sci di fondo

Lungo la strada per il Passo Mauria si trova il Centro sci di Fondo che offre diversi tracciati con lunghezze che si sviluppano dai Km 2,2 con illuminazione notturna, Km 2,5 per principianti, Km 3, Km 4 e fino a Km 5. Durante il periodo invernale l’Associazione gestrice dell’impianto organizza corsi per principianti ed esperti.

Illuminazione notturna fino alle ore ventidue nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì. Gli sportivi godranno di uno splendido panorama sul Monte Cridola, montagna simbolo di Lorenzago, e sul Gruppo del Miaron.

Castello di Mirabello

Il Castello di Mirabello fu edificato nel 1887 dal Facheris, espressione dell’eclettismo ottocentesco teso al recupero del passato. Massiccia costruzione in pietra che mescola elementi dell’architettura militare medievale (torri merlate, scarpa e cordolo, rivellino) con suggestioni rinascimentali dell’architettura civile (ampie aperture con serramenti a forma di bifora centinata).

Oggi è proprietà della Diocesi di Treviso.

Museo del Papa

Nato nell’anno 2005, alla morte del Beato Papa Giovanni Paolo II, un gruppo di giovani volontari con l’avallo del parroco di Lorenzago, don Sergio De Martin, ha deciso di dedicare qualcosa di tangibile alle sei presenze papali nel piccolo paese cadorino. Lo storico edificio della canonica, ormai in disuso da qualche anno, era la sede più adatta per una esposizione permanente dedicata alla presenza di questo illustrissimo personaggio ed è stato restaurato per questo. L’ottocentesco edificio, costruito con la pietra di recupero dell’abbattimento del campanile, si presenta con un grande corridoio passante, centrale e quattro stanze laterali, somigliante alle antiche case signorili di un tempo.

L’esposizione è caratterizzata principalmente da foto che ritraggono il Santo Padre in particolari momenti, ufficiali e in mezzo alla natura, arricchendosi via via nel tempo con preziosissimi oggetti appartenuti a Karol Woytjla e donati direttamente dal suo segretario particolare e cittadino onorario di Lorenzago, Cardinale Arcivescovo di Cracovia Stanislao Dziwisz, dal Vescovo Emerito di Belluno-Feltre Mons. Maffeo Ducoli, dal Commendator Camillo Cibin, già Capo della Gendarmeria Vaticana e da altri amici che hanno avuto a cuore questa iniziativa.

Tra gli articoli importanti troviamo una veste bianca, una casula con stemma papale, un paio delle classiche scarpe in pelle tendente al rosso, i bastoni delle passeggiate, la panchina utilizzata per il riposo nel bosco; ma anche oggetti donati al Pontefice nei suoi viaggi, tra i quali una resta di lance che arrivano dal Burundi, uno scudo in legno dalla Papua Nuova Guinea e un insieme di medaglie coniate in occasione dei viaggi Papali. Commovente è la stanza dedicata alla contemplazione con una suggestiva foto di Papa Woytjla aggrappato alla croce ed una preziosa reliquia arrivata direttamente da Cracovia. All’interno della struttura è presente pure una sala proiezione dove vengono trasmessi i filmati realizzati durante questi sei soggiorni.

Dall’anno 2007, un locale è dedicato alla presenza di Papa Benedetto XVI che, seguendo le orme del suo predecessore ha voluto trascorrere a Lorenzago circa tre settimane. In questa stanza troviamo delle foto scattate nel verde della natura, lo sgabello adoperato da Papa Ratzinger per suonare il pianoforte e l’inginocchiatoio usato durante la visita nella chiesa parrocchiale.